Nº. 1 of  23

R I C E R C A R E

I’ve never had a literary project and feel I have been improvising all my career (…). But I do recognise certain recurring themes: treason, secrecy, the impossibility of knowing things, or people, or yourself, for sure. There is also persuasion, marriage and love. But these things are the matter of literature, not just of my books. The history of literature is probably the same drop of water falling on the same stone only with different language, different manners, different forms adequate to our own time. But it remains the same thing, the same stories, the same drop on the same stone, since Homer or before.

Javier Marías

cittadivetro:

You and me | Piazza del popolo 2013

cittadivetro:

You and me | Piazza del popolo 2013

(Source: youtube.com)

newyorker:

Read about this week’s cover, “Out and About,” by the Parisian cartoonist Charles Berberian: http://nyr.kr/QPjBCI

newyorker:

Read about this week’s cover, “Out and About,” by the Parisian cartoonist Charles Berberian: http://nyr.kr/QPjBCI

(Source: newyorker.com)

Like many stars, he was actually twin stars, fused together; within his nature, the gentleman cohabited with the fearful rake, just as, within his Lawrence, something fey and dreamy, bordering dangerously on the camp, consorted with the unappeased ferocity of the warrior. Both facets shone in his sapphire stare.

Anthony Lane remembers Peter O’Toole: http://nyr.kr/1ej72Ke (via newyorker)

(Source: newyorker.com, via newyorker)

unpalombaro:

A quell’ora il mio amico Franz Tunda, trentadue anni, sano e vivace, un uomo giovane, forte, dai molti talenti, era nella piazza davanti alla Madeleine, nel cuore della capitale del mondo, e non sapeva cosa dovesse fare. Non aveva nessuna professione, nessun amore, nessun desiderio, nessuna speranza, nessuna ambizione e nemmeno egoismo. Superfluo come lui non c’era nessuno al mondo. (J. Roth, Fuga senza fine)
foto via

unpalombaro:

A quell’ora il mio amico Franz Tunda, trentadue anni, sano e vivace, un uomo giovane, forte, dai molti talenti, era nella piazza davanti alla Madeleine, nel cuore della capitale del mondo, e non sapeva cosa dovesse fare. Non aveva nessuna professione, nessun amore, nessun desiderio, nessuna speranza, nessuna ambizione e nemmeno egoismo. Superfluo come lui non c’era nessuno al mondo. (J. Roth, Fuga senza fine)

foto via

ninbra:
Long wave - David Rokeby

ninbra:

Long wave - David Rokeby

Non abbiamo una realtà più presentabile perché non la sappiamo presentare. Perché la realtà è anche plasmata da come la si racconta, e come la si racconta è (come tempo, spazio, abitudine, incrostazione) molto più il tizio del Tg1 che chiede la linea per dire il menu del pranzo dei parlamentari Cinque Stelle di quanto lo siano gli autori di Gazebo che fanno mascherare un tassista da Grillo per fare da specchio alla stupidità degli inviati presenti (i quali son tutti contenti di mandare in onda il tassista mascherato, naturalmente: guardi l’abisso, lui guarda te, ma mica vi riconoscete.)

Guia Soncini

weissesrauschen:

unbenannt by mauspray on Flickr.
nokkasili:

109.2

nokkasili:

109.2

(via arqsa)

Nº. 1 of  23